©2012 Comune di Santa Lucia di Piave (TV) - Tutti i diritti riservati
Piazza 28 ottobre 1918 n.1 31025 Santa Lucia di Piave
Tel. 0438466111 Fax 0438 466190
E-mail info@comunesantalucia.it - P.e.c. comune.santaluciadipiave.tv@pecveneto.it

passa al contenuto della pagina
sei in:  Notizie  -  Archivio  -  Le avventure di Ulisse
14 giugno 2014

LE FIABE D’ARGENTO, IN COLLABORAZIONE CON L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI SANTA LUCIA DI PIAVE, PRESENTANO “LE AVVENTURE DI ULISSE”

SABATO 14 GIUGNO ALLE ORE 21,00 PRESSO IL PALACASTANET

 “Le Fiabe d’argento”, compagnia teatrale di Santa Lucia di Piave, composta  di circa trenta persone di età compresa tra i cinquanta e gli ottant’anni, mettono in scena fiabe, miti e racconti, con l’obiettivo di promuovere la solidarietà tra le generazioni, di affermare l’identità culturale della comunità, nel confronto con la tradizione e con la “diversità”, di sostenere le attività psichiche, motorie, ludiche e relazionali che contribuiscono a mantenere l’individuo attivo e felice.

Nell’anno in corso le Fiabe d’Argento hanno portato nelle Scuole, nelle Case di Soggiorno, nelle Università degli Adulti e presso altre Associazioni del Veneto, del Friuli e dell’Umbria, lo spettacolo “Le Avventure di Ulisse”, una libera rivisitazione dell’Odissea di Omero, con la regia di Marilena Zanetti e Roberto Gerometta, che hanno scritto i testi e curato l’allestimento scenico.

L’opera è stata scelta con l’intento di riscoprire la duplice funzione che il mito  svolgeva nelle comunità antiche:  offrire una prima rappresentazione razionale della realtà, trasmettere alla comunità valori e codici etici in chiave simbolica.

Lo spettacolo è sostenuto da un ritmo vivace e brioso, affidato ad una sceneggiatura che alterna  commozione e ironia.

Il testo omerico è stato seguito privilegiando i più importanti nuclei narrativi, a volte selezionando o intervenendo nella successione degli eventi narrati per consentire una lettura più scorrevole. Nella scelta, le situazioni più scabrose e gli episodi più truculenti sono alleggeriti con espedienti narrativi che li  rendono fruibili a tutte le età. Il finale è stato riscritto, piegandolo all’intento di indicare nell’idea di pace e  fratellanza tra i popoli l’unico cammino possibile per una crescita equilibrata della società umana.

Nel personaggio di Ulisse sono stati sottolineati i temi che costituiscono il denominatore comune all’uomo di tutti i tempi e di tutte le latitudini.

  • Il viaggio, inteso come mezzo di conoscenza, occasione di confronto e di crescita, necessaria condizione per l’abbandono di ogni  provincialismo etico e culturale.
  •  L’esaltazione dell’intelligenza in contrapposizione alla forza bruta.
  • L’amore per la conoscenza spinta ai limiti dell’illecito.
  • La curiosità per l’ignoto e la sfida del pericolo.
  • Il gusto per l’avventura.
  • Il confronto col destino.
  • Il senso arcaico e sacro dell’ospitalità.
  • Gli affetti famigliari: l’amore per la moglie, il figlio, il padre, la madre.
  •  L’amicizia per i compagni di battaglia, di viaggio e di ventura.
  • La nostalgia per la patria.
  • La pietas per i defunti.
  • Il ruolo della narrazione come depositaria della memoria e della tradizione.
  • La forza dell’etica sociale e l’impegno richiesto alle giovani generazioni per garantirne la sopravvivenza.
 
Le avventure di Ulisse
 
BROCHURE - 963.2 KB
963.2 KB
BROCHURE