31 dicembre 2021

Nuovi Buoni spesa, affitti, bollette

Nuova edizione dei Buoni spesa destinati ai nuclei familiari in difficoltà per l'acquisto di generi alimentari, pagamento di canoni di locazione e bollette.
Scadenza delle domande 15 febbraio 2022

Il Comune di Santa Lucia di Piave intende sostenere i nuclei familiari che si trovano in stato di bisogno a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 e garantire a tutti l’accesso ai generi alimentari e ai prodotti di prima necessità, nonche'  un  sostegno  alle  famiglie  che versano in stato di bisogno per il pagamento dei canoni di  locazione e delle utenze domestiche

DESTINATARI
Possono presentare domanda le persone residenti nel Comune di Santa Lucia di Piave, il cui nucleo famigliare versa in stato di bisogno per il pagamento dei canoni di  locazione e delle utenze domestiche, a causa degli effetti socio­economici determinati dalla pandemia in corso.

Si ha altresì riguardo anche alle minori opportunità occupazionali e reddituali che l’emergenza pandemica comporta nei confronti di persone già precedentemente disagiate (perdita di chances).

In particolare, avranno priorità i nuclei familiari con entrate limitate e scarsa liquidità e che non siano già assegnatari di altri adeguati o insufficienti sostegni pubblici.

Può presentare domanda un solo componente per ciascun nucleo familiare.

DOMANDA DI BUONO SPESA
Il modulo di domanda, prevede l’autocertificazione di una serie di informazioni reddituali, patrimoniali e condizioni personali, utili a valutare l’intensità dello stato di bisogno.
Il modulo, una volta compilato in tutte le sue parti e corredato degli allegati richiesti, può:

  • essere consegnato all’Ufficio Protocollo negli orari di apertura al pubblico;
  • essere depositato nella cassetta delle lettere che si trova all’esterno del Municipio, nell’angolo vicino al tabellone luminoso;
  • essere scansionato e restituito a mezzo e-mail all’indirizzo info@comunesantalucia.it specificando nell’oggetto “domanda buoni spesa sostegni bis”.

TERMINE DI PRESENTAZIONE
Le domande di Buono spesa devono essere presentate, con le modalità suesposte, entro e non oltre le ore 12.30 del giorno martedì 15 febbraio 2022

VALUTAZIONE DOMANDE
Il Servizio Sociale verificherà la completezza delle domande e valuterà l’intensità dello stato di bisogno alla luce alle informazioni acquisite (dichiarate nella domanda) o comunque nella sua disponibilità (eventuale fascicolo sociale già agli atti, consultazione di banche dati, ecc).

L’accoglimento o il respingimento della domanda ed il valore del Buono Spesa saranno successivamente comunicati al richiedente.

CRITERI DI VALUTAZIONE
Ai fini della valutazione della domanda si terrà conto, con riferimento a tutti i componenti del nucleo familiare:

  • dell’evoluzione della situazione reddituale, considerando ogni tipo di entrata stabile o straordinaria e dalla loro capacità di soddisfare i bisogni essenziali.
    Fatte salve valutazioni diverse, opportunamente motivate, devono essere in possesso di una Dichiarazione Isee inferiore ad € 15.000,00
  • della situazione patrimoniale (depositi bancari, immobili) dichiarata al 31.12.2021. Fatte salve valutazioni diverse, opportunamente motivate, la disponibilità di un patrimonio mobiliare familiare superiore a € 5.000,00 comporta l’esclusione dal beneficio;
  • di particolari situazioni idonee a rivelare la fragilità del nucleo (numero dei componenti, presenza di minori, persone disabili o con patologie invalidanti, condizioni o circostanze specifiche);
  • delle motivazione per cui la pandemia ha portato al proprio stato di bisogno tra quelle di seguito riportate:

a) Perdita del lavoro;
b) Accordi aziendali o sindacali con consistente riduzione dell’orario di lavoro;
c) Cassa integrazione straordinaria che limiti considerevolmente la capacità reddituale;
d) Mancato rinnovo di contratti a termine o atipici;
e) Cessazione di attività libero-professionali o di imprese registrate;
f) Altre cause che hanno determinato una riduzione reddituale conseguente all’emergenza epidemiologica da Covid-19.

L’Ente Comunale effettuerà tutte le verifiche utili per accertare la veridicità di quanto dichiarato e si riserva, qualora lo ritenesse necessario, di chiedere informazioni ulteriori o l’esibizione di documenti.

VALORE CONTRIBUTO
il valore del contributo economico sarà assegnato, sulla base di presentazione di documentazione comprovante lo stato di bisogno sarà erogato mediante bonifico.

L’importo del contributo sarà determinato dall’intensità della situazione di bisogno, sulla base della valutazione socio-economica complessiva del nucleo familiare e in rapportato al numero dei suoi componenti.

Il valore ordinario assegnabile è così quantificato:
€ 500,00 per un nucleo composto da una sola persona;
€ 600,00 per un nucleo composto da due persone;
€ 700,00 per un nucleo composto da tre persone;
€ 800,00 per un nucleo composto da quattro persone;
€ 900,00  per un nucleo composto da cinque persone o più persone;

Per ragioni di equità e tenuto conto della specifica situazione, il Servizio Sociale, con adeguata motivazione, può aumentare o diminuire il valore ordinario dei Buoni Spesa da assegnare, oppure limitare l’erogazione ad alcuni componenti il nucleo.

OBBLIGHI DEI BENEFICIARI

  • documentare lo stato di bisogno e la difficolta’ di sostenere canoni di locazione e utenze domestiche
Avviso pubblico
Avviso pubblico
  PDF571,5K Avviso pubblico Buoni Spesa "Decreto Legge 73/2021 Sostegni Bis"
Modulo presentazione domanda
Modulo presentazione domanda
  PDF477,9K Domanda Buoni Spesa "Decreto Legge 73/2021 Sostegni Bis"

torna all'inizio del contenuto