01 marzo 2021

Contributi economici in favore delle "Famigli fragili"

Famiglie fragili
1) Famiglie con figli minori orfani di uno o entrambi i genitori; 2) Famiglie monoparentali e genitori separati o divorziati in situazioni di difficoltà economica; 3) Famiglie numerose (con 4 o più figli) o con parti trigemellari; 4) Famiglie con figli minori impegnati nella pratica motoria.

ATTENZIONE: IL TERMINE PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE E' STATO PROROGATO AL 15 MARZO 2021

Dal giorno 01.02.2021e fino alle ore 12.00 del 15.03.2021, collegandosi al link https://veneto.welfaregov.it/landing_pages/veneto/as07/index.html è possibile presentare la domanda per beneficiare degli interventi economici a favore delle “famiglie fragili” residenti in Veneto.

In alternativa, per coloro che non dispongono del collegamento ad internet, la domanda in formato cartaceo potrà essere consegnata direttamente agli sportelli comunali entro le ore 12.00 del 22.02.2021

Avviso

PREMESSO
CHE la Regione Veneto con D.G.R. n. 1309 dell’8/09/2020 e D.D.R. n. 104 del 16 settembre 2020 ha approvato per l’anno 2020 la realizzazione del Programma di interventi economici a favore delle “famiglie fragili” residenti in Veneto, in attuazione della Legge Regionale n. 20 del 28/05/2020;

CHE il Comune di Conegliano è capofila dell’Ambito Territoriale Sociale VEN_07 afferente all’Azienda ULSS n. 2 Distretto di Pieve di Soligo;

CHE l’Amministrazione Comunale di Conegliano, ente capofila, con propria deliberazione di Giunta n. 299 del 08/10/2020 ha preso atto dell’assegnazione del finanziamento regionale di € 187.149,00, non ancora trasferito e quindi non incassato, per le “famiglie fragili” così individuate dalla L.R. n. 20/2020, ovvero:

  1. famiglie con figli minori di età, rimasti orfani di uno o entrambi i genitori, come definiti dall’art. 3 del DPCM 159/2013, in situazione di difficoltà economica. E’ previsto un intervento di € 1.000,00 per ciascun figlio minore.

Il contributo per nuclei familiari con figli minori di età rimasti orfani di uno o entrambi i genitori, può essere richiesto dai nuclei in possesso dei seguenti requisiti alla data di pubblicazione del Decreto Direttoriale n. 104/2020 sul Bollettino Ufficiale della Regione Veneto (Bur. N. 147 del 02/10/2020):

    1. il Nucleo familiare, come definito all’art. 3 DPCM 5 dicembre 2013 n. 159, comprenda almeno un figlio minore di età rimasto orfano di uno o entrambi i genitori;
    2. almeno un componente del nucleo familiare deve essere residente nella Regione Veneto;
    3. l’ISEE, risultante in seguito al decesso di uno o entrambi i genitori, non deve superare i € 20.000,00;
    4. il richiedente, non deve avere carichi pendenti, ai sensi della LR n. 16 dell’11/05/2018;
    5. i componenti del nucleo familiare, non cittadini comunitari, devono possedere un titolo di soggiorno valido ed efficace;

La graduatoria verrà redatta in base al punteggio ottenuto, quindi al valore ISEE più basso, da ultimo al maggior numero di figli minori.

  1. famiglie con parti trigemellari e famiglie con numero di figli pari o superiore a quattro. E’ previsto rispettivamente un intervento di natura forfetaria di € 900,00 per ogni parto trigemellare (i 3 figli nati da tale evento devono essere minori) e un intervento di € 125,00 per ciascun figlio minore di 18 anni;

Il contributo per le famiglie con parti trigemellari e le famiglie con numero di figli pari o superiore a quattro può essere richiesto da uno dei due genitori, purché in possesso dei seguenti requisiti alla data di pubblicazione del Decreto Direttoriale n. 104/2020 sul Bollettino Ufficiale della Regione Veneto (Bur. N. 147 del 02/10/2020):

    1. essere genitore di tre gemelli o di almeno quattro figli, conviventi e non, di età inferiore o uguale a 26 anni (27 anni non compiuti);
    2. essere residente nella Regione Veneto;
    3. avere un ISEE ordinario in corso di validità da € 0 ad € 20.000,00;
    4. non avere carichi pendenti ai sensi della L.R. n. 16 dell’11/05/2018;
    5. nel caso in cui abbia una cittadinanza non comunitaria, possedere un titolo di soggiorno valido ed efficace.

Per i cittadini di Stati non appartenenti all’Unione, regolarmente soggiornanti in Italia, relativamente a certificati o attestazioni rilasciati dalla competente autorità dello Stato estero, si rimanda a quanto previsto dall’art. 1 della L.R. n. 2 del 7 febbraio 2018.

Le graduatorie verranno redatte in base all’ISEE, in caso di parità verrà data priorità alla presenza nel nucleo familiare di un figlio non autosufficiente ai sensi dell’art. 3, comma 3, della L. n. 104/1992, quindi al numero di figli.

  1. famiglie monoparentali e genitori separati o divorziati in situazione di difficoltà economica. E’ previsto un intervento di natura forfetaria di € 1.000,00 per ciascun nucleo, finalizzato prioritariamente al finanziamento delle spese di locazione e per l’erogazione di servizi educativi e scolastici, incentivando anche i percorsi sportivi dei figli.

Il contributo per nuclei monoparentali o con genitori separati o divorziati può essere richiesto dai nuclei in possesso dei seguenti requisiti alla data di pubblicazione del Decreto Direttoriale n. 104/2020 sul Bollettino Ufficiale della Regione Veneto (Bur n. 147 del 02/10/2020):

  1. Nuclei familiari, come definiti dall’art. 3 del DPCM 159/2003, composti da un solo genitore detti monoparentali oppure composti da un coniuge in caso di separazione legale effettiva o di annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio e uno o più figli conviventi minori di età;
  2. Residenza del nucleo nella Regione Veneto;
  3. ISEE in corso di validità non superiore ad € 20.000,00;
  4. Il richiedente, ai sensi della L.R. n. 16 dell’11/05/2018, non deve avere carichi pendenti;
  5. I componenti del nucleo familiare, non cittadini comunitari, devono possedere un titolo di soggiorno valido ed efficace.

La graduatoria verrà redatta in base al punteggio ottenuto, quindi al valore ISEE più basso, da ultimo al maggior numero di figli minori.

  1. famiglie in difficoltà economiche e famiglie numerose con minori impegnati nella pratica motoria all’interno delle associazioni e delle società sportive riconosciute dal Coni, dalle Federazioni e dagli enti di promozione sportiva. E’ previsto un contributo di € 75,00, cumulabile con i contributi sopra descritti relativi alle altre tre tipologie di famiglie.

L’elenco completo dei beneficiari verrà redatto applicando i criteri indicati nell’Allegato B – Disposizioni attuative della D.D.R. suddetta. Le somme verranno erogate fino ad esaurimento del fondo assegnato all’Ambito territoriale Sociale, dopo il trasferimento della somma da parte della Regione Veneto.

Il richiedente deve compilare e consegnare il “Modulo di adesione al Programma di interventi economici a favore delle “famiglie fragili” residenti in Veneto. Anno 2020” (Allegato C al DDR n. 104 del 16/09/2020), completo dei documenti richiesti, a partire dal giorno 01/02/2021 ed entro il termine perentorio delle ore 12,00 del 15/03/2021, attraverso la compilazione del modulo scaricabile dall’applicativo WelfareGOV che sarà reso disponibile attraverso apposito link nel sito internet istituzionale del Comune. Per accedere al contributo, quindi, è necessario collegarsi al seguente indirizzo internet: LINK: https://veneto.welfaregov.it/landing_pages/veneto/as07/index.html. Con l'accesso al suddetto link è possibile compilare la domanda, acclusa al presente avviso, completa di allegati, sottoscriverla ed inviarla.

Per coloro che non dispongono del collegamento ad internet, la domanda compilata in tutte le sue parti e completa di allegati, può essere consegnata direttamente di persona presso gli uffici dei Servizi Sociali previo appuntamento telefonico, da prendersi entro e non oltre le ore 12,00 del giorno 22/02/2021, chiamando il seguente n. telefonico 0438/466130.

Si fa presente che le domande pervenute incomplete non potranno essere accolte.

Per informazioni contattare l’Ufficio Servizi Sociali al seguente numero telefonico: 0438466130.

Le autodichiarazioni saranno sottoposte a controllo di veridicità a campione. In caso di falsità è prevista la decadenza dal beneficio nonché, ai sensi dell’art. 76 del DPR 445/2000, l’applicazione delle sanzioni previste dal codice penale e dalle leggi speciali.

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679.

Il Comune di Santa Lucia di Paive, in qualità di titolare (con sede in Piazza 28 ottobre 1918, n.1 31025 Santa Lucia di Piave) email: info@comunesantalucia.tv.it; PEC: comune.santaluciadipiave.it@pecveneto.it), tratterà i dati personali raccolti, con modalità prevalentemente informatiche e telematiche, per l'esecuzione dei propri compiti di interesse pubblico, ivi incluse le finalità di archiviazione, di ricerca storica e di analisi per scopi statistici, in relazione al procedimento avviato.

I dati saranno trattati per tutto il tempo del procedimento e, successivamente alla sua cessazione, i dati saranno conservati in conformità alle norme sulla conservazione della documentazione amministrativa.

I dati saranno trattati esclusivamente dal personale e dai collaboratori del Comune o dai soggetti espressamente nominati come responsabili del trattamento. Al di fuori di queste ipotesi i dati non saranno comunicati a terzi né diffusi, se non nei casi specificamente previsti dal diritto nazionale o dell'Unione europea.

Gli interessati hanno il diritto di chiedere al titolare del trattamento l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento (UE) 2016/679). L'apposita istanza è presentata al Comune di Santa Lucia a mezzo di posta elettronica all’indirizzo e-mail: info@comunesantalucia.tv.it; Posta elettronica Certificata: comune.santaluciadipiave.it@pecveneto.it.

Gli interessati, ricorrendone i presupposti, hanno, altresì, il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali (con sede in Piazza Venezia, 11 – 00187 Roma; email: garante@gpdp.it; PEC: protocollo@pec.gpdp.it) quale autorità di controllo nazionale secondo le procedure previste (art. 77 del Regolamento (UE) 2016/679) o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79 del Regolamento (UE) 2016/679).

                                                               Il Responsabile del 1° Servizio
                                                                            Ilva Zanardo

Avviso e modulo
Avviso e modulo
  PDF242,7K AVVISO_SLUCIA.pdf

torna all'inizio del contenuto