07 aprile 2020

Buoni spesa comunali - Scadenza domande 12 maggio ore 12.00

Buoni spesa comunali
Il Comune di S. Lucia di Piave intende sostenere i soggetti e i nuclei familiari che si trovano in stato di disagio economico a causa dell'emergenza epidemiologica da virus Covid-19, garantendo l'accesso ai generi alimentari e ai prodotti di prima necessità, mediante l'assegnazione di Buoni spesa.

Attenzione: scandenza presentazione domande martedì 12 maggio alle ore 12.00 a causa dell'esaurimento dei fondi.

DESTINATARI
Possono presentare domanda tutti i cittadini residenti nel Comune di Santa Lucia di Piave che si trovino in stato di disagio determinato dall' attuale indisponibilità finanziaria del nucleo familiare. 
In particolare avranno priorità i nuclei familiari con entrate limitate e scarsa liquidità e che non siano già assegnatari di altri sostegni pubblici.
Può presentare domanda un solo componente per nucleo familiare.

BUONO SPESA
Il beneficio di cui al presente avviso si sostanzia nell'erogazione di buoni spesa cartacei spendibili presso gli esercizi commerciali del territorio comunale aderenti.
I buoni sono incedibili, non sono utilizzabili come denaro contante e  non  danno  diritto  a  resto in contanti. L'utilizzo di tali buoni spesa comporta   l'obbligo per il fruitore di regolare in contanti l'eventuale differenza in eccesso tra il valore nominale del buono ed il prezzo dei beni acquistati.
Il beneficio ha carattere di una tantum.

DOMANDA PER BUONO SPESA
Il modulo di domanda prevede l' autocertificazione delle entrate finanziarie attuali e del patrimonio mobiliare familiare disponibile alla data del 31/03/2020. Inoltre, nella domanda viene dichiarato se il nucleo è beneficiario di sostegni pubblici e, in caso affermativo, dei relativi importi.

PRESENTAZIONE DOMANDE
Al fine di evitare spostamenti sul territorio, la domanda di ammissione al beneficio potrà essere presentata tramite pec o posta elettronica, utilizzando l'apposito modulo di autocertificazione, disponibile in formato editabile sul portale web del Comune. Le domande debitamente compilate, firmate e accompagnate da copia di un documento di identità del sottoscrittore e del permesso di soggiorno in caso di cittadini extra UE, vanno spedite al Comune, ai seguenti indirizzi:
comune.santaluciadipiave.tv@pecveneto.it
oppure
info@comunesantalucia.it

In caso di impossibilità ad utilizzare tale mezzo di spedizione, oppure per ricevere assistenza, è possibile chiamare i numeri 0438-466130 e 0438-466100 e seguire le indicazioni che verranno fornite. Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 09.00 alle 12.30.

I moduli per la richiesta del beneficio possono essere scaricati dal sito istituzionale del Comune  o  richiesti per telefono ai numeri sopra indicati.

Il personale addetto provvederà alla compilazione del modulo di autocertificazione e ne registrerà l'autodichiarazione. In ogni caso i richiedenti  dovranno  dichiarare,  sotto  la  propria  responsabilità  ai  sensi degli artt. 75 e 76 del DPR 445/2000 e ss.mm. ii., lo stato di bisogno o necessità dovuto a COVID -19, legato alla situazione emergenziale in atto (modello allegato).

In particolare l'autocertificazione comprenderà anche:

  • La dichiarazione di insussistenza di altri eventuali sussidi percepiti dal nucleo familiare, di provenienza statale, regionale e/o comunale;
  • La dichiarazione circa l' incapienza dei depositi bancari, postali, risparmi per far fronte, nell'immediato, alle necessità ed ai bisogni primari.

Saranno effettuati controlli a campione sulla veridicità dei requisiti dichiarati nell'autocertificazione.

VALUTAZIONE DOMANDE
Il Servizio Sociale, in ordine di arrivo, verificherà la completezza delle domande, ne curerà la valutazione economico-sociale e l'attribuzione dell' importo spettante fino ad esaurimento del fondo assegnato, ad insindacabile giudizio sulla base delle condizioni fissate nel presente avviso.

L' Ufficio predisporrà tutti gli atti relativi all'assegnazione o al diniego del buono spesa, comunicandone l'esito al richiedente.

Nella valutazione finalizzata all'assegnazione del buono spesa si terranno in considerazione le seguenti priorità:

  • nuclei familiari o persone singole già in carico al Servizio Sociale per situazioni di criticità;
  • fragilità, multiproblematicità, se non beneficiarie di altre forme di sussidio;
  • nuclei monogenitoriali;
  • presenza nel nucleo familiare di gravi disabilità o patologie invalidanti; nuclei familiari di cui facciano parte minori;
  • nuclei familiari monoreddito o privi di reddito;
  • persone segnalate dai soggetti di Terzo Settore che si occupano di contrasto alla povertà;

Condizione aggiuntiva a quelle sopra descritte e prioritaria all'assegnazione del buono spesa è non avere giacenze di liquidità sufficienti al proprio sostentamento o a quello del proprio nucleo familiare, quantificate allo scopo in euro 5000,00.

I nuclei familiari già beneficiari di Reddito di Inclusione, Reddito di Cittadinanza o di altre forme di sussidio pubblico, potranno essere ammessi all'assegnazione del buono spesa compatibilmente con le risorse che residuano o sulla base dei bisogni rilevati.

Non si fa luogo alla predisposizione ed approvazione di graduatoria.

Si precisa che il Servizio Sociale potrà altresì tener conto di specifiche e straordinarie circostanze socio economiche che comunque determinino l' ammissione al beneficio.

La distribuzione dei buoni agli aventi diritto sarà organizzata con modalità che evitino code e possibili assembramenti, con la possibilità di utilizzare le procedure già attivate per l'emergenza Covid-19, anche in relazione alla spesa a domicilio.

VALORE BUONO SPESA
L' importo del buono spesa sarà determinato sulla base della valutazione socio economica complessiva del nucleo familiare e rapportato al numero dei suoi componenti.

Il contributo è stabilito nella misura di € 70,00 pro capite a settimana e sarà quantificato tenendo in considerazione il numero dei componenti la famiglia anagrafica come dichiarato nella domanda. Il contributo sarà corrisposto in un'unica soluzione con valore pari a tre settimane.

Il contributo base da erogare, salva diversa e specifica valutazione, viene, pertanto, così quantificato:

210,00 per un nucleo composto da una sola persona;
360,00 per un nucleo composto da due persone;
450,00 per un nucleo composto da tre persone;
540,00 per un nucleo composto da quattro persone;
600,00 per un nucleo composto da cinque persone o più persone.

I buoni spesa saranno emessi con tagli di euro 5,00 , di euro 20,00 e di euro 50,00.

Per situazioni particolari e documentate il Servizio Sociale potrà proporre soluzioni diverse.

OBBLIGHI DEI BENEFICIARI
I buoni spesa non sono convertibili in denaro e potranno essere autorizzati solo per acquisti di generi alimentari ed altri beni di prima necessità (es: spese alimentari, prodotti per l'igiene personale, farmaci, pellet , bombole di gas), con l'esclusione di alcolici, tabacchi ed ulteriori generi voluttuari.

Le spese potranno essere effettuate presso uno o più esercizi commerciali del territorio comunale aderenti all' iniziativa compresi nell'elenco che verrà pubblicato sul sito internet istituzionale del Comune.

CONTROLLI
Stante la necessità di fornire risposte ai cittadini in tempi celeri, la procedura può applicarsi anche senza il ricorso alla prova dei mezzi (ISEE). Il Comune si riserva tuttavia di effettuare controlli, anche a campione, circa la veridicità delle dichiarazioni sostitutive rese ai fini della partecipazione al presente bando. Si ricorda che, a norma degli artt. 75 e 76 del D.P.R. 28/12/2000, n. 445 e successive modificazioni ed integrazioni, chi rilascia dichiarazioni mendaci è punito ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia e decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera.

TRATTAMENTO DEI DATI
Tutti i dati saranno trattati nel rispetto del Codice Privacy (Decreto Lgs.vo n. 196/2003 e Regolamento U.E. 2016/679-GDPR-). A tal fine il Comune di Santa Lucia di Piave si impegna a mantenere la  riservatezza  ed  a  garantire l'assoluta sicurezza dei medesim i, anche in sede di trattamento con sistemi automatici e manuali in ottemperanza di quanto previsto dall'Ordinanza della Protezione Civile n. 658 del 29.03.2020

Decreto del Sindaco di regolamentazione dei Buoni spesa
Decreto del Sindaco di regolamentazione dei Buoni spesa
  PDF379,4K Decreto Sindaco n. 2.2020.pdf

Modulo di domanda dei buoni spesa
Modulo di domanda dei buoni spesa
  PDF436,8K Modulo di domanda per i cittadini

Esercizi commerciali

L'Amministrazione Comunale invita gli esercizi commerciali di Santa Lucia di Piave a manifestare il proprio interesse ad aderire all'iniziativa dei Buoni spesa impegnadosi ad accettarli nei loro punti vendita.
Di seguito riportiamo l'elenco degli esercizi che hanno già dato la loro adesione

ELENCO PUBBLICO ESERCIZI COMMERCIALI

CON SEDE OPERATIVA NEL COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE

CHE SI SONO CONVENZIONATI CON IL COMUNE

PER L’ACCETTAZIONE DI BUONI SPESA

 

L’ANGOLO S.R.L. 
Via Roma n. 13

FARMACIA DOTT. FRUSI E DOTT.SSA CALLERARI MARIKA S.N.C.
Via Distrettuale n. 58

FARMACIA DOTT. MARCELLO PEZZÉ
Via Roma n. 15

PROFUMO DI PANE S.A.S.
Via Cornaro n. 2

SUPERMERCATI VISOTTO S.R.L.
Via Nievo n. 13

LA BOTTEGA DEI SAPORI S.N.C.
Via Mazzini n. 108

TIZIANO CARNI & GASTRONOMIA
Via Martiri della Libertà n. 48

LABORATORIO DEL PANE DI TANIA SCANDOLO
Via Distrettuale n. 115

Avviso per gli esercizi commerciali
Avviso per gli esercizi commerciali
  PDF2,9M Avviso per gli esercizi commerciali

Modulo per l'adesione degli esercizi commerciali
Modulo per l'adesione degli esercizi commerciali
  PDF212K Adesione commercianti

torna all'inizio del contenuto