16 luglio 2018

Imminente uscita del bando per il Servizio Civile Nazionale

Uscirà a giorni il bando di selezione per i giovani dai 18 ai 28 anni da impiegare nel Servizio Civile Nazionale. Le domande potranno essere presentate fino a settembre e il servizio nei diversi enti inizierà a gennaio 2019.

Anche per il 2018-2019, l’Associazione Comuni della Marca Trevigiana insieme ai suoi 34 partner, ha presentato diverse progettualità per inserire i giovani volontari nei Comuni o nelle associazioni di volontariato del territorio.

I 9 progetti presentati sono stati tutti approvati: mettono a disposizione 183 posti, una parte dei quali nei 79 municipi che aderiscono all’iniziativa. 

Sono tre le aree in cui i giovani volontari potranno prestare la loro opera per i 12 mesi di durata del Servizio Civile: il sociale, la cultura e l’ambiente.

Chi sceglierà di farlo nei Comuni, potrà essere impiegato, a seconda del progetto, a supporto dell’assistente sociale per seguire interventi a favore di minori, disabili, anziani, migranti, o a supporto del bibliotecario per aiutarlo nella gestione della biblioteca e delle iniziative da essa promosse (letture animate, cineforum, presentazioni di libri etc.), o ancora a supporto del responsabile dell’ufficio Cultura per promuovere gli eventi culturali che l’ente organizza nel corso dell’anno o, infine, a supporto dei tecnici del settore Ecologia Ambiente in azioni di mappatura del territorio o interventi educativi delle scuole, e molto altro.

Per chi sceglierà come sede di servizio un’associazione di volontariato sono possibili esperienze nell’area sociale con i minori, gli anziani, le persone con disabilità, nell’area delle povertà e nell’area dell’educazione-animazione.

Ad ogni volontario lo Stato garantisce un rimborso spese di 433 euro mensili a fronte di un impegno di 30 ore settimanali.

Chi è interessato, può già manifestare il suo interesse a: serviziocivile@comunitrevigiani.it o 0422.383338, e sarà avvisato non appena uscirà il bando e potrà dunque effettuare la domanda (rif. Flavio Favaretto).

torna all'inizio del contenuto