Bando conversione auto a metano o gpl

Bando per l'assegnazione di contributi economici per la conversione a gas metano o gpl dei veicoli privati dei residenti nel Comune di Santa Lucia di Piave
Il Comune di S. Lucia di Piave al fine di ridurre le emissioni in atmosfera di sostanze nocive derivanti dalla combustione dei motori degli autoveicoli, promuove l’impiego di tecnologie innovative e l’incremento della diffusione di autoveicoli alimentati a combustibili gassosi a basso impatto.


L’incentivazione viene attuata attraverso la concessione di contributi per:
- l’installazione di impianti a gpl o a metano in autovetture circolanti, alimentate a benzina.
Il presente bando disciplina le procedure di presentazione delle domande e le modalità di concessione ed erogazione del contributo.
I contributi verranno concessi fino ad esaurimento della somma stanziata.

Oggetto del contributo
Oggetto del presente bando per il contributo a fondo perduto, è la conversione a gpl o a gas metano delle sole autovetture circolanti, così come definite dall’art. 54 del DLgs 30 aprile 1992 n.285 ”veicoli destinati al trasporto di persone, aventi al massimo nove posti, compreso quello del conducente:
Sono esclusi dai contributi suddetti:
- motocicli;
- quadricicli;
- autoveicoli a trasporto promiscuo;
- ogni altro autoveicolo che non corrisponda alla suddetta definizione di autovettura;
La conversione dovrà essere effettuata successivamente alla data di pubblicazione del presente bando.
Le autovetture ammesse a contributo non devono essere provviste di impianto a metano o GPL all’atto di acquisto del mezzo stesso.

Soggetti aventi titolo all’assegnazione
I soggetti aventi titolo all’assegnazione del contributo sono le “persone fisiche”, proprietarie dell’autovettura, residenti nel comune di Santa Lucia di Piave alla data della pubblicazione del presente bando.
I soggetti devono mantenere la proprietà del veicolo, per almeno due anni successivi alla data di trasformazione dell’impianto del veicolo.
L’autovettura trasformata dovrà essere abitualmente utilizzata dal beneficiario del contributo o da familiare con lui residente.
E’ ammesso il cumulo con altri contributi ed altre forme di incentivazione in essere, sia di origine pubblica che privata.
E’, invece, esclusa dal contributo qualsiasi “persona giuridica”, così come definita dal codice civile.
Parimenti, sono escluse dai contributi tutte le operazioni compiute mediante forme di “leasing”.

Misura dell’agevolazione
Le risorse messe a disposizione ammontano complessivamente a € 4.500,00 (quattromilacinquecento euro).
L’operazione di trasformazione prevede un contributo singolo pari a euro 300,00 (trecento euro), importo cumulabile con analoghe iniziative statali, pubbliche o private aventi stessa finalità.
Il contributo non deve essere, comunque, superiore al 50% dell’importo totale della spesa di trasformazione.

Modalità di presentazione della domanda
La domanda di contributo, presentata da parte degli interessati, viene redatta secondo il modulo, allegato al presente bando e disponibile nel sito web del Comune: www.comunesantalucia.it.
Alla domanda di contributo dovranno essere allegati:
- copia del libretto di circolazione dell’auto, oggetto della trasformazione, per la quale si chiede il contributo;
- copia carta di identità del richiedente;
Le domande possono essere:
- inviate tramite servizio postale al Comune di Santa Lucia di Piave tv, Ufficio LLPP Ecologia Ambiente, - piazza 28 ottobre 1918, n.1 – 31025 SANTA LUCIA DI PIAVE TV;
- Consegnate a mano all’Ufficio Protocollo, - Piazza 28 ottobre 1918, n.1 – 31025 SANTA LUCIA DI PIAVETV, nei seguenti orari: dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:30 e il Mercoledì dalle ore 16:30 alle ore 18:00.
Le domande di contributo ritenute valide saranno accolte ed inserite in graduatoria, in ordine temporale di presentazione (farà fede il numero di protocollo) fino ad esaurimento dei fondi.

Erogazione del contributo
L’accettazione della domanda di contributo viene comunicata al richiedente mediante lettera raccomandata.
L’erogazione dell’incentivo è subordinata alla dimostrazione dell’effettiva trasformazione ed omologazione dell’impianto del veicolo.
Dopo il ricevimento della lettera di accettazione, il beneficiario ha tempo 120 giorni per chiedere la liquidazione del contributo presentando i seguenti documenti comprovanti l’avvenuta trasformazione:
- copia del libretto di circolazione del veicolo da cui risulti l’avvenuto collaudo da parte della MCTC della trasformazione a gas metano o GPL;
- copia della fattura emessa dall’autofficina al richiedente, relativa all’installazione dell’impianto.
- copia carta identità.
La documentazione richiesta dovrà essere prodotta in copia autenticata, anche mediante autocertificazione ai sensi del DPR 20 dicembre 2000 n° 445.

VALIDITA’ E SCADENZA DEL BANDO
Saranno ammesse al contributo le richieste valide pervenute all’Ufficio Protocollo del comune dalla data di pubblicazione del bando all’Albo Pretorio Comunale; l’erogazione avverrà secondo l’ordine cronologico di arrivo fino ad esaurimento del fondo messo a disposizione.
Non saranno prese in considerazione le domande:
1. spedite o consegnate prima della data di pubblicazione del presente bando all’Albo Pretorio.
2. le domande non complete, del tutto o in parte, della documentazione richiesta.
3. le domande comunque difformi da quanto specificato nel presente bando.

DECADENZA E REVOCA DEI CONTRIBUTI
La mancata presentazione della documentazione attestante l’effettiva dimostrazione della realizzazione dell’impianto a metano o gpl entro i termini stabiliti dal bando comporta l’automatica decadenza dal diritto al contributo assegnato.
Si procede alla revoca del contributo assegnato nei seguenti casi:
 mancato rispetto degli adempimenti di legge;
 mancato rispetto degli impegni assunti dal soggetto richiedente in fase di presentazione della domanda di contributo;
 mancata completezza della documentazione presentata.
Per effetto di rinuncia o revoca del contributo assegnato, il contributo in questione sarà assegnato alle domande inserite in graduatoria immediatamente successive, ma non finanziate per insufficienza di fondi.

PUBBLICAZIONE
Il presente bando viene pubblicato sull’Albo Pretorio Comunale e sul Sito Internet del Comune di Santa Lucia di Piave al seguente indirizzo: www.comunesantalucia.it
Il bando è corredato da un’apposita modulistica per la domanda di accesso e di liquidazione del contributo.
Le copie dei documenti devono essere accompagnate da “dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà” (ex art. 47 del DPR 445/2000), con le quali il richiedente attesta la conformità all’originale del documento allegato in copia.
Le dichiarazioni sostitutive ex artt. 46 e 47 devono essere consegnate all’Ufficio del Comune su base cartacea con firma apposta in originale, per consentire l’efficacia dell’autocertificazione; deve essere inoltre allegata fotocopia della carta d’identità del firmatario, ai sensi dell’art. 38 del D.P.R. stesso.
La modulistica potrà essere scaricabile dal sito internet comunale o richiesta presso l’ufficio Lavori Pubblici Ecologia e Ambiente, sito in P.zza 28 ottobre 1918, 1, tel. 0438 433161 telefax 0438 466190.
La compilazione della domanda di contributo corrisponde anche all’esplicito assenso del soggetto richiedente, ai fini della Legge 675/96, all’utilizzo dei dati personali per l’espletamento della pratica.
E’ facoltà degli uffici comunali della gestione istruttoria del bando, di chiedere integrazioni alla documentazione delle domande presentate.
Per ulteriori necessità di informazioni rivolgersi a:
Cellot arch. Serena, Ufficio Lavori Pubblici Ecologia Ambiente, Comune di Santa Lucia di Piave
Tel 0438 466161 Telefax 0438 466190 e-mail: info@comunesantalucia.it

CONTROLLI E RESPONSABILITÀ
Il Comune procederà direttamente e/o tramite soggetti da essa incaricati, ad eseguire le verifiche atte ad accertare la rispondenza dell’operazione incentivata a quanto dichiarato dal beneficiario del contributo.
Si ricorda che l’autocertificazione ai sensi del D.P.R. 445/2000, in caso di falsa dichiarazione, costituisce un reato perseguito a norma di legge.
Il Comune ha quindi piena facoltà di procedere ad ogni controllo sulle pratiche che, in ogni loro fase, siano ammesse a contributo, richiedendo l’esibizione della documentazione originale, pena la decadenza del diritto al contributo e la revoca, l’applicazione delle sanzioni previste dalla normativa nonché il deferimento delle irregolarità riscontrate alle Autorità Giudiziarie per il perseguimento in sede civile e/o penale.

Bando e modulistica

Graduatoria aggiornata

torna all'inizio del contenuto