©2012 Comune di Santa Lucia di Piave (TV) - Tutti i diritti riservati
Piazza 28 ottobre 1918 n.1 31025 Santa Lucia di Piave
Tel. 0438466111 Fax 0438 466190
E-mail info@comunesantalucia.it - P.e.c. comune.santaluciadipiave.tv@pecveneto.it

sei in:  Il Comune e i suoi servizi  -  Introduzione

Carissimi concittadini,

Il Sindaco Riccardo Szumski
dopo quattro mandati consecutivi, due come Sindaco prima e due come Vice Sindaco poi, una parte consistente di Santalucesi ha ritenuto di confermarmi, ancora una volta, la sua fiducia eleggendomi nuovamente alla carica di primo cittadino alle ultime elezioni amministrative del 6-7 maggio 2012.

A loro va sicuramente il mio grazie riconoscente e, a tutti, la promessa di governare questa nostra Comunità nell’interesse generale e con l’impegno e la dedizione di sempre.

Certo, dopo aver chiesto la bicicletta ed averla ottenuta – cosa per niente scontata in questo momento di grande confusione e comprensibile rigetto della “cosa pubblica”, nel quale la gente vuole spesso cambiare solo per cambiare e non vedere le stesse facce – mi riesce ora difficile parlare della disaffezione  che a volte mi assale  nel constatare la situazione di limitante impotenza cui sono stati rilegati i nostri Comuni a motivo, principalmente, di una spesa pubblica, a ben altri livelli, del tutto fuori controllo e di una casta di professionisti della politica tanto pletorica e costosa quanto incentrata solo su se stessa ed incapace (se non causa stessa) di risolvere i problemi reali di chi amministra.

Il caso di Santa Lucia di Piave è veramente emblematico e paradossale: è classificato tra i soli 140 Comuni virtuosi d’Italia perché rientra nei principali parametri - rispetto del patto di stabilità interno, autonomia finanziaria, equilibrio di parte corrente, capacità di riscossione- che rilevano una gestione corretta ed efficiente e, ciò nonostante, per effetto dei trasferimenti statali basati sul mai abbastanza deprecato criterio della “spesa storica”, e dei recenti tagli lineari imposti dal governo dei “tecnici” (meno 500.000,00 Euro solo negli ultimi due anni), riceve dallo Stato poco più di 200.000,00 Euro a fronte di imposte versate per circa 20.000.000,00 di Euro: esattamente il contrario di altre realtà di questa stessa Repubblica formalmente governata dalle medesime leggi!  Salvo, poi, essere costretti a svolgere il ruolo di “esattori” di un’imposta, l’IMU – Imposta Municipale Propria, che di proprio ha solo il nome mentre, di fatto, è un altro balzello dello Stato.

Ma anche se questo non è un alibi di comodo -  ma la  rappresentazione realistica di una situazione indegna di una nazione evoluta (e di una provincia fatta perlopiù di persone serie e laboriose) che è doveroso denunciare - non è certo mia abitudine  piangermi addosso.

So anche, infatti, di poter ripartire dall’ottimo lavoro fatto in questi ultimi anni dal mio predecessore, Fiorenzo Fantinel, cui va il mio saluto affettuoso, di poter contare su un apparato gestionale ben organizzato ed affidabile e di essere affiancato da un gruppo di Assessori e Consiglieri molto motivato e coeso nel quale la proficua esperienza amministrativa già maturata da alcuni va di pari passo con l’entusiasmo e la grande disponibilità dei giovanissimi nuovi arrivati.

E su un punto siamo tutti perfettamente d’accordo e fermamente decisi: non intendiamo, nonostante il difficilissimo momento (o forse proprio per questo) smantellare il nostro  welfare che rappresenta il valore aggiunto di questa Comunità grazie  all’ottima rete di servizi socio-culturali ed educativi  che è in grado di offrire ed all’azione sinergica con un volontariato partecipe e generoso.

Se necessario, anche chiedendo uno sforzo aggiuntivo a chi è meno sfortunato.

                                                                                           Riccardo Szumski
 
consiglieri di maggioranza
Consiglieri comunali di maggioranza
 
Da sinistra: Federica Marcon, Pasquale Pucci, Giancarlo Ciullo, Francesca Pellegrini, Enea Sossai, Luca Bellotto, Martina Samogin.